I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori informazioni ok

BLOG

News

  • Home
  • Blog
  • News
  • Vuoi assumere collaboratori e usufruire del Jobs act? Chiedici una consulenza completa

Vuoi assumere collaboratori e usufruire del Jobs act? Chiedici una consulenza completa

Vuoi assumere collaboratori e usufruire del Jobs act? Chiedici una consulenza completa

Stai pensando di potenziare la tua pianta organica assumendo i tuoi collaboratori storici? Sono in vigore gli sgravi contributivi per chi regolarizza le collaborazioni coordinate e continuative e le collaborazioni con le partite Iva. Chi si avvale della procedura di stabilizzazione prevista dal Jobs act, infatti, può applicare la riduzione contributiva del 40% riconosciuta dalla legge Stabilità 2016 sulle assunzioni di quest’anno. Misura di vantaggio che sarà in vigore per ventiquattro mesi. La sanatoria, inoltre, può riguardare sia rapporti in essere e sia i contratti scaduti o cessati. Lo precisa, tra l’altro, il ministero del lavoro nella recentissima circolare n. 3/2016 sulla riforma delle co.co.co. Confermando le anticipazioni della vigilia, inoltre, il Ministero illustra come e quando si applicano le regole del lavoro dipendente alle co.co.co. etero-organizzate (tempi e luogo lavoro) e anche ai contratti di «lavoro a progetto» in corso e annuncia campagne ispettive nelle aziende. Dal 25 giugno dello scorso anno, infatti, non è più possibile stipulare contratti del genere e la relativa disciplina della riforma Biagi (artt. 61-69bis del dlgs n. 276/2003) continua a trovare applicazione «esclusivamente per la regolamentazione dei contratti stipulati prima, i quali potranno pertanto esplicare effetti fino alla loro scadenza». Il superamento del «lavoro a progetto», spiega il Ministero, è il fine specifico dell’operazione di riforma del Jobs act.

Vuoi investire sulla tua azienda? Contattaci subito per avere un prospetto e affidarci la consulenza. Centinai di imprenditori, liberi professionisti e artigiani ci hanno già scelto.

03 febbraio 2016