I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori informazioni ok

BLOG

News

  • Home
  • Blog
  • News
  • Dichiarazione Unica, percorso ad ostacoli per l'accesso

Dichiarazione Unica, percorso ad ostacoli per l'accesso

Dichiarazione Unica, percorso ad ostacoli per l'accesso

Il Garante per la protezione dei dati personali ha dato parere positivo sulla normativa che regola il funzionamento della nuova Dichiarazione precompilata. Il procedimento per accedere al nuovo tipo di comunicazione con l'Autorità tributaria si annuncia come un vero percorso ad ostacoli per contribuenti e professionisti incaricati. Stessa condizione anche per i datori di lavoro a cui hanno facoltà di rivolgersi i dipendenti. I cittadini avranno l'onore di fornire una delega corredata dalla copia di un documento d'identità in corso di validità, solo così i delegati potranno scaricare dal “cervellone” del Fisco la Dichiarazione precompilata. La privacy sarà tutelata con la richiesta di ulteriori dati come il numero del documento d'identità fornito o il reddito dichiarato nella dichiarazione 2014. L'Agenzia delle Entrate traccerà gli accesi all'Anagrafe tributaria da parte di sostituti d'imposta, Caf e professionisti abilitati, predisponendo anche degli alert per individuare anomalie e comportamenti a rischio. Tutti gli accessi saranno preceduti dalla digitazione di un codice di sicurezza in modo da evitare un sovraccarico connesso ad eventuali attacchi informatici. Il contribuente potrà inoltre accedere all'area autenticata in piena autonomia utilizzando le credenziali dispositive rilasciate dall'Inps.

23 febbraio 2015