I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori informazioni ok

BLOG

News

  • Home
  • Blog
  • News
  • Società, nascono le "Pmi innovative". Agevolazioni e vantaggi

Società, nascono le "Pmi innovative". Agevolazioni e vantaggi

Società, nascono le

La conversione in legge del dl “Investment compact” ha esteso alcuni vantaggi per le piccole e medie imprese innovative. Lo status di Pmi innovativa può essere la naturale prosecuzione del percorso di crescita e rafforzamento delle “startup innovative”. Si tratta, in alcuni casi, di una sorta di estensione temporale di certe agevolazioni già previste per le startup innovative, in quel caso vincolate a un limite non superiore ai 4 anni di attività, ora spostate a 7 anni per le piccole e medie imprese (solo per alcune situazioni legate agli sgravi fiscali, negli altri casi non ci sono limiti temporali). Per diventare Pmi innovative a tutti gli effetti bisogna essere iscritti all’apposito Registro e rispondere a determinati requisiti legati alle dimensioni dell’azienda, alla tipologia e al personale. Come riporta la scheda di sintesi diffusa dal ministero dello Sviluppo economico, le norme non prevedono vincoli di natura settoriale, né vengono tracciate delimitazioni riguardanti la data di costituzione dell’impresa. Le piccole e media imprese innovative, devono avere la residenza in Italia, in uno degli Stati membri dell’Unione europea o in Stati aderenti all’accordo sullo spazio economico europeo, purché però abbiano una sede produttiva o una filiale in Italia. Le aziende in questione non devono essere iscritte alla sezione speciale del Registro delle imprese dedicata alle startup innovative e agli incubatori certificati, ma a quella dedicata appunto alle Pmi innovative, che ancora non esiste, ma dovrebbe essere pubblicata a breve, visto che sono in corso degli incontri fra i rappresentanti del Mise e quelli delle Camere di Commercio proprio su questo tema. Il sistema è speculare a quello già previsto per le startup innovative, l’iscrizione avverrà infatti trasmettendo in via telematica alla Camera di Commercio competente una dichiarazione di autocertificazione di possesso dei requisiti necessari. Come base di partenza, alle agevolazioni previste potranno accedere solo le piccole e medie imprese che impiegano meno di 250 persone e il cui fatturato annuo non supera i 50 milioni di euro, o il cui totale di bilancio non supera i 43 milioni di euro. Ma ci sono anche altri requisiti da rispettare per entrare nel novero delle Pmi innovative, ad esempio l’essere costituite come società di capitali (le cui azioni però non sono quotate in un mercato regolamentato), anche in forma cooperativa e il disporre della certificazione dell’ultimo bilancio e dell’eventuale bilancio consolidato redatto da un revisore contabile o da una società di revisione iscritti nel registro dei revisori contabili. Diventare “Pmi innovativa” consente di accedere a tutta una serie di agevolazioni ed esoneri. Sarà possibile istituire una particolare categoria di quote per le società costituite in forma di Srl, sarà più facile ridurre le passività in bilancio, sarà più semplice accedere agli incentivi per gli investimenti e alle correlate detrazioni e deduzioni di imposta (Ires). Previsto anche l’intervento semplificato, gratuito e diretto al Fondo di Garanzia per le Piccole e Medie Imprese che facilita il finanziamento bancario attraverso la concessione di una garanzia sui prestiti. Una garanzia che copre fino all’80% del credito erogato, fino a un massimo di 2,5 milioni di euro, ed è concessa sulla base di criteri semplificati, con un’istruttoria che beneficia di un canale prioritario. Sarà inoltre possibile accedere alle consulenze dell'Istituto per il Commercio con l'estero per lavorare sull'internazionalizzazione della propria azienda.

Siamo pronti ad affiancarti in tutte le fasi di creazione e lancio di una startup. Nel corso degli anni abbiamo fornito la nostra consulenza a decine di società. Pmi oggi solide e protagoniste nel mercato di riferimento. Contattaci per capire come possiamo esserti utili.

16 aprile 2015