I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori informazioni ok

BLOG

News

  • Home
  • Blog
  • News
  • Le imprese italiane assumono. Rivolgiti a noi per una consulenza

Le imprese italiane assumono. Rivolgiti a noi per una consulenza

Le imprese italiane assumono. Rivolgiti a noi per una consulenza

Nel mese di aprile 2015 ammontano a 220 mila le attivazioni di nuovi contratti di lavoro al netto delle cessazioni. In particolare, sono 756.926 i nuovi contratti stipulati contro 546.382 cessazioni. Quelli a tempo indeterminato ammontano, sempre ad aprile e al netto delle cessazioni, a 48.536 mentre quelli a termine a 147.125. L'apprendistato a 4.807 attivazioni e 2.013 le collaborazioni. Lo si legge nel Rapporto del ministero del lavoro. Rispetto all'aprile 2014 i saldi delle differenze tra attivazioni e cessazioni, registrano dunque complessivamente oltre 7mila contratti in più. Sotto il solo profilo attivazioni, inoltre, il confronto con lo stesso mese del 2014 evidenzia come ci sia una crescita dei contratti a tempo indeterminato che salgono dal 15,7% (112.839) al 22,7% (171.515) mentre calano vistosamente i contratti a tempo determinato che passano dal 66,3% (476.053) dello scorso anno al 62,8%(475.273). Egualmente per l'apprendistato che passa dal 3,4% del l'aprile 2014 al 2,4% del 2015 e delle collaborazioni che scendono dal 6,7% (47.946) al 5,1% (38.632). In leggera flessione anche tutti gli altri contratti, dall'inserimento all'intermittente che passano dal 7,9% nello scorso anno al 7% di quest'anno. Analizzando le cessazioni rispetto all'aprile 2014 il dato di aprile registra un leggero calo nei contratti a tempo indeterminato che passano dal 23,1% al 22,5% ma una risalita negli stop per quelli a termine che dal 58,4% del lo scorso anno passano al 60,1%. Stabile invece l'andamento dell'apprendistato mentre per le cessazioni di collaborazioni si registra un calo dal 7,6& dell 2014 al 6,7% del 2015. Sotto il profilo di genere il confronto aprile 2015-aprile 2014 registra un aumento sostanzioso di contratti a tempo indeterminato per le donne; erano 41.114 lo scorso anno, sono 63.134 i contratti che fanno loro riferimento nel 2015 ma un calo generalizzato per tutte le altre forme contrattuali. Dei 203.352 contratti 'in rosa' dell'aprile dello scorso anno, se ne contano ora 190.060; così il dato per l'apprendistato che da 10,997 scende a 8.258 e per le collaborazioni che da 28mila si ferma a 23.350. Il calo maggiore però si registra negli altri contratti, da quello intermittente al contratto di inserimento che passa da 28mila attivazioni nel 2014 a 25mila nel 2015. Anche per gli uomini si registra un 'salto' nell'attivazione di contratti a tempo indeterminato, da 71.725 a 108.381, analogo a quello registrato per i contratti a termine che da 272.701 passano a 285.213. mentre in calo appaiono collaborazioni e altri contratti.

25 maggio 2015