I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori informazioni ok

BLOG

News

  • Home
  • Blog
  • News
  • Entrate, credito d'imposta per investimenti in beni strumentali

Entrate, credito d'imposta per investimenti in beni strumentali

Entrate, credito d'imposta per investimenti in beni strumentali

Al credito d’imposta per investimenti in beni strumentali nuovi, introdotto dal Decreto competitività, non si applica né il limite di 250mila euro, previsto per i crediti d’imposta agevolativi, né il limite generale di compensabilità di 700mila euro previsto per crediti e contributi. Inoltre, l’importo minimo di 10mila euro per usufruire dell’agevolazione deve riguardare ciascun progetto di investimento e non i singoli beni che lo compongono. Sono questi alcuni dei chiarimenti forniti con la circolare n. 5/E emessa ieri dall'Agenzia delle Entrate, dedicata alla nuova agevolazione, prevista dal Dl n. 91/2014 per gli investimenti realizzati dal 25 giugno 2014 al 30 giugno 2015 in strutture produttive che hanno sede in Italia. A poter usufruire del credito d’imposta, da utilizzare esclusivamente in compensazione di versamenti dovuti, sono le imprese residenti, gli enti non commerciali, in relazione alle attività commerciali esercitate, e le stabili organizzazioni in Italia di soggetti non residenti. In ogni caso, tra i soggetti ammessi alla misura di favore rientrano anche le imprese costituite successivamente alla data del 25 giugno 2014.

 

Stai pensando di pianificare un investimento nella tua azienda? Insieme possiamo studiare la migliore delle soluzioni possibili.

20 febbraio 2015