I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori informazioni ok

BLOG

News

  • Home
  • Blog
  • News
  • Aggiornamento Studi di settore, l'Agenzia delle Entrate chiarisce alcuni aspetti

Aggiornamento Studi di settore, l'Agenzia delle Entrate chiarisce alcuni aspetti

Aggiornamento Studi di settore, l'Agenzia delle Entrate chiarisce alcuni aspetti

L'Agenzia delle Entrate ha diffuso una circolare per chiarire alcuni aspetti dei nuovi Studi di settore. Il documento di prassi analizza le nuove territorialità approvate con il decreto ministeriale del 29 dicembre 2014 (Territorialità del livello dei canoni di affitto dei locali commerciali, Territorialità del livello del reddito medio imponibile ai fini dell’addizionale Irpef e Territorialità del livello delle retribuzioni) e applicabili agli studi di settore per il periodo d’imposta 2014. I correttivi previsti riguardano le congiunture settoriali, territoriali e individuali. Questi sono applicati ai soggetti che presentano, nel periodo d’imposta 2014, ricavi/compensi dichiarati ai fini della congruità inferiori al ricavo/compenso puntuale di riferimento, derivante dall’applicazione dell’analisi di congruità e di normalità economica. Infine, nella circolare in argomento, sono state evidenziate le principali novità riguardanti la modulistica e l’applicazione Gerico degli anni precedenti, modifiche necessarie sia al fine di tenere conto delle novità normative di carattere fiscale, sia al fine di semplificare le richieste dei dati per l'applicazione degli studi di settore. La circolare ricorda, infine, che la comunicazione delle anomalie dei dati degli studi di settore viene effettuata utilizzando esclusivamente le funzionalità del “Cassetto fiscale”, attraverso la pubblicazione delle comunicazioni al suo interno, e del canale Entratel.

Hai bisogno di una consulenza in materia tributaria? Contattaci per un preventivo. Offriamo competenza e professionalità.

20 luglio 2015