I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori informazioni ok

BLOG

News

  • Home
  • Blog
  • News
  • Iva, cambia il reato di omesso versamento. Rivolgiti a noi per la consulenza tributaria

Iva, cambia il reato di omesso versamento. Rivolgiti a noi per la consulenza tributaria

Iva, cambia il reato di omesso versamento. Rivolgiti a noi per la consulenza tributaria

Cambiano i connotati del reato di omesso versamento dell'Iva. Dal 22 ottobre scorso, con l'entrata in vigore del decreto legislativo n. 158/2015, il limite quantitativo oltre il quale la violazione tributaria diventa illecito penale è stato quintuplicato, passando da 50 mila a 250 mila euro. Saranno meno che in passato, quindi, i casi che finiranno in tribunale, quando il 28 dicembre 2015 - considerato che il 27 è domenica – scadrà il termine per la consumazione del reato di omesso versamento dell'Iva dovuta per il 2014. Molti fascicoli in mano ai magistrati, inoltre, andranno al macero per effetto della retroattività della nuova soglia: in base al principio del “favor rei”, infatti, la depenalizzazione fino a 250 mila euro si estende anche ai fatti commessi prima del 22 ottobre 2015, salvo che sia stata pronunciata una sentenza definitiva a tale data. Prevista inoltre anche una causa di non punibilità. Qualora la tassa omessa superi i 250 mila euro non si potrà essere puniti se si riuscirà a versare l'intera somma richiesta entro l'apertura del dibattimento. La pena massima è pari a due anni. I contribuenti incensurati potranno quindi accedere agevolmente a una modalità di esecuzione penale alternativa.

Consulimpresa è a tua disposizione per forniti la sua assistenza in campo tributario. Da anni siamo al fianco di professionisti, artigiani, imprenditori, dipendenti e pensionati. Abbiamo tariffe e servizi per tutti i budget e per tutte le esigenze. Contattaci per chiederci un preventivo o per parlarci di un tuo problema di natura fiscale. Garantiamo professionalità e competenza.

23 novembre 2015