I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori informazioni ok

BLOG

News

  • Home
  • Blog
  • News
  • Il 730 precompilato non contempla le spese sanitarie. Consulimpresa al vostro fianco per la redazione delle dichiarazioni dei redditi

Il 730 precompilato non contempla le spese sanitarie. Consulimpresa al vostro fianco per la redazione delle dichiarazioni dei redditi

Il 730 precompilato non contempla le spese sanitarie. Consulimpresa al vostro fianco per la redazione delle dichiarazioni dei redditi

Nelle prossime settimane i contribuenti italiani saranno chiamati a presentare la dichiarazione dei redditi percepiti nel 2014. Da quest'anno entra nel vivo l'istituto del “730 precompilato”, milioni di italiani potranno connettersi ai server dell'amministrazione tributaria per scaricare una versione già pronta delle dichiarazione. In questo modo – attraverso una procedura non troppo semplice per l'utente internet medio – sarà possibile accettare il documento compilato dall'Agenzia delle Entrate ed evitare alcuni accertamenti in merito alla propria situazione reddituale. Nel caso fossero riscontrati errori o inesattezze, la dichiarazione potrà essere corretta o integrata. I contribuenti devono però tenere a mente che – almeno per l'anno in corso – non saranno contemplate in nessun caso le spese sanitarie sostenute nel 2014. Chi vorrà farle valere ai fini del calcolo dell'imposta netta dovrà quindi rivolgersi a un professionista e compilare il canonico 730 o il modello Unico. Allo stesso modo non saranno prese in considerazione dalle dichiarazioni precompilate le donazioni fatte a favore di associazioni culturali o Onlus o le liberalità destinate ad organizzazioni partitiche. La redazione della dichiarazione tradizionale rimane quindi un obbligo per i contribuenti che non vogliono pagare Irpef non dovuta.

Consulimpresa offre la sua consulenza tributaria a prezzi competitivi. Contattaci per conoscere i nostri servizi e presentare la tua dichiarazione dei redditi.

04 maggio 2015