I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori informazioni ok

BLOG

News

  • Home
  • Blog
  • News
  • Sospensione della licenza per chi non usa o non installa il registratore di cassa

Sospensione della licenza per chi non usa o non installa il registratore di cassa

Sospensione della licenza per chi non usa o non installa il registratore di cassa

Il non utilizzo del registratore di cassa può portare alla legittima sospensione della licenza per le attività commerciali. Lo ha ribadito la Cassazione in una sua recentissima pronuncia. L’articolo 12, comma 3, del Dlgs 471/1997, dispone che, se viene accertata l’omessa installazione del misuratore fiscale, è disposta la sospensione della licenza o dell’autorizzazione all’attività per un periodo da quindici giorni a due mesi. Si tratta di una sanzione accessoria autonoma, connessa alla sanzione principale contenuta nel precedente articolo 11, comma 5, secondo cui l’omessa installazione degli apparecchi per l’emissione dello scontrino fiscale, previsti dall’articolo 1 della legge 18/1983, è punita con una sanzione da 1.032 a 4.131 euro. Pur se non espressamente sancito dalla norma citata, l’installazione di apparecchi misuratori diversi da quelli prescritti va considerata alla stessa stregua dell’omessa installazione, con quel che ne consegue in ordine all’applicazione delle relative sanzioni. La vicenda origina dal ricorso in Cassazione proposto da una società avverso la sanzione accessoria della sospensione della licenza per quindici giorni comminata a seguito della constatata assenza, da parte di ispettori della Siae, del registratore di cassa presso un bar interno a un cinema multisala, dalla stessa gestito. In Cassazione, la società formula una serie di eccezioni ritenute sostanzialmente inammissibili dalla Corte suprema, in quanto finalizzate a ottenere una rivalutazione del materiale probatorio - notoriamente non consentita in sede di legittimità – che rigetta il ricorso. Nello specifico, i giudici di legittimità ritengono immune da vizi la sentenza di appello che ha dato correttamente rilevanza alla mancata prova dell’uso – dopo la pretesa installazione e fino al giorno dell’ispezione – del registratore di cassa, mancanza che è stata ritenuta elemento di riscontro della contestata omessa installazione del misuratore, posto che alla data della verifica era stata accertata, oltre alla mancanza del registratore di cassa, anche la mancata emissione di scontrini e/o ricevute.

Hai bisogno di una consulenza tributaria? Contattaci per fissare un appuntamento nei nostri uffici di Quartu Sant'Elena. Da anni siamo al fianco di imprenditori, artigiani e dipendenti.

29 agosto 2015