I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori informazioni ok

BLOG

News

  • Home
  • Blog
  • News
  • Credito di imposta su ricerca e sviluppo: benefici sino al 2020

Credito di imposta su ricerca e sviluppo: benefici sino al 2020

Credito di imposta su ricerca e sviluppo: benefici sino al 2020

 

Investire in ricerca e sviluppo diventa sempre più conveniente. La normativa vigente premia infatti le imprese che decidono di puntare sulle proprie potenzialità o di scommettere sulle capacità dei propri dipendenti. Impegni che assumono importanza strategica in un periodo in cui l’economia europea vive una fase di stanca. Le nuove regole prevedono un credito d’imposta del 50% su spese incrementali in Ricerca e Sviluppo, riconosciuto fino a un massimo annuale di 20 milioni di euro all’anno per beneficiario e computato su una base fissa data dalla media delle spese in Ricerca e Sviluppo negli anni 2012-2014. Il credito d’imposta può essere utilizzato, anche in caso di perdite, a copertura di un ampio insieme di imposte e contributi. Sono agevolabili tutte le spese relative a ricerca fondamentale, ricerca industriale e sviluppo sperimentale: costi per personale altamente qualificato e tecnico, contratti di ricerca con università, enti di ricerca, imprese, start up e PMI innovative, quote di ammortamento di strumenti e attrezzature di laboratorio, competenze tecniche e privative industriali. La misura è applicabile per le spese in Ricerca e Sviluppo che saranno sostenute nel periodo 2017-2020.

 

Volete conoscere nel dettaglio l’impatto di questa misura sulla vostra attività? Chiedeteci subito un preventivo e un prospetto calcolato nei minimi particolari. Da anno siamo alleati stretgici di chi investe in innovazione. Una certezza anche per il vostro business.

 

14 febbraio 2017