I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori informazioni ok

BLOG

News

  • Home
  • Blog
  • News
  • Cambia il regime dei rimborsi Iva. Chiedici come funziona

Cambia il regime dei rimborsi Iva. Chiedici come funziona

Cambia il regime dei rimborsi Iva. Chiedici come funziona

Con la riformulazione dell’articolo 38-bis del decreto Iva, a opera dell’articolo 13, del decreto semplificazioni (Dlgs 175/2014), l’ammontare dei rimborsi Iva eseguibili senza alcun adempimento è passato da 5mila a 15mila euro. Inoltre, per i rimborsi superiori a 15mila euro, non serve più la garanzia, ma basta il visto di conformità o una sottoscrizione alternativa, a meno che non si tratti di richieste particolarmente rischiose, avanzate, ad esempio, da contribuenti a inizio o a fine attività. Detto ciò e ricordato che i primi chiarimenti sulla nuova normativa sono arrivati con un dettagliato documento di prassi (circolare 32/014), l’Agenzia delle Entrate interviene nuovamente sull’argomento per fare chiarezza su alcune situazioni particolari proposte dai propri uffici: lo fa con la circolare 35/E del 27 ottobre 2015. L'esecuzione dei rimborsi di importo superiore a 15mila euro resta, in particolare, subordinata alla presentazione della garanzia nelle ipotesi elencate nel comma 4, lettera b) dell’articolo 38-bis, quando al contribuente sono stati notificati avvisi d’accertamento. Ebbene, nell'ambito del Registro, per determinare lo “scarto” tra dichiarato e accertato, è necessario calcolare la differenza tra l’imposta complessiva che risulta dovuta in base all'atto, considerata pari a zero in caso di omessa registrazione, e la maggiore imposta accertata. Nell’ipotesi, invece, di rettifiche relative a imposte sostitutive o a redditi a tassazione separata, lo stesso calcolo, va effettuato con riferimento alla specifica imposta accertata, tenuto conto dell’autonoma determinazione delle basi imponibili su cui sono calcolate le diverse imposte.

Hai crediti nei confronti dell'amministrazione tributaria? Rivolgiti a noi per capire quale sia la soluzione migliore per le tue esigenze. Possiamo offrirti una consulenza completa e professionale. Un rapporto che ti permetterà di risparmiare ed evitare brutte sorprese.

05 novembre 2015