" />
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori informazioni ok

BLOG

News

  • Home
  • Blog
  • News
  • In dirittura d'arrivo convenzione tra Regione Sardegna e Istituto commercio estero

In dirittura d'arrivo convenzione tra Regione Sardegna e Istituto commercio estero

In dirittura d'arrivo convenzione tra Regione Sardegna e Istituto commercio estero

Nelle prossime settimane la Giunta esaminerà e approverà il Programma Regionale Triennale per l'internazionalizzazione 2015-2018. La bozza del Programma è stata predisposta dall'assessorato dell'Industria e, prima di arrivare sul tavolo dell’esecutivo, sarà vagliata e discussa insieme al partenariato economico-sociale. Intanto la Giunta, in vista dell'approvazione del Programma, ha approvato oggi, su proposta dell'assessore Maria Grazia Piras, una delibera che autorizza la stipula di una convenzione operativa con ICE - Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane. La convenzione, che prevede una dotazione iniziale di un milione di euro per il biennio 2015-2016, ha l’obiettivo di favorire percorsi di internazionalizzazione incentrati sull’erogazione di servizi diretti alle imprese che operano nei mercati esteri. "La nostra proposta - ha detto l'assessore Piras -contiene una serie di interventi a favore delle aziende sarde. Erogheremo servizi diretti alle imprese anche attraverso iniziative che integrino attività di alta formazione. Le competenze manageriali ci sono, ma dobbiamo farle crescere ancora di più. Il nostro compito è creare le condizioni perché gli imprenditori possano operare al meglio nei mercati fuori dall’isola. Il mercato interno è troppo piccolo. Nessuna impresa può crescere se si rivolge solo al mercato regionale. Quelli esterni, invece, sono più ampi e ricchi, e i consumatori hanno preferenze più varie e differenziate. Perciò - ha concluso l’assessore Piras – oltre a fare ottimi prodotti, le nostre imprese devono strutturarsi, anche con l’aiuto della Regione, per affrontare questa sfida”.

20 maggio 2015