I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori informazioni ok

BLOG

News

  • Home
  • Blog
  • News
  • Consulimpresa vuol dire anche assistenza tributaria. Ecco tutte le scadenze del 30 settembre

Consulimpresa vuol dire anche assistenza tributaria. Ecco tutte le scadenze del 30 settembre

Consulimpresa vuol dire anche assistenza tributaria. Ecco tutte le scadenze del 30 settembre

A fine mese scade il termine “ordinario” per presentare le dichiarazioni fiscali relative al 2014. La chiamata riguarda i modelli Unico, la dichiarazione annuale dell’imposta sul valore aggiunto (Iva) e quella relativa all’imposta regionale sulle attività produttive (Irap). Sempre entro il 30 settembre, le persone fisiche esonerate dall’invio della dichiarazione dei redditi possono presentare la scheda con le scelte per l’8, il 5 e il 2 per mille. La presentazione di “Unico persone fisiche 2015” avviene esclusivamente per via telematica, diretta o tramite intermediario abilitato. Alcune categorie particolari di contribuenti erano comunque obbligate a inviarlo entro lo scorso 30 giugno. Ovviamente, per società ed enti, la scadenza del 30 settembre vale soltanto nel caso in cui tali soggetti abbiano periodo d’imposta coincidente con l’anno solare. Inoltre è bene ricordare che chi, pur essendo obbligato a trasmettere la dichiarazione per via telematica, la presenta in formato cartaceo a un ufficio postale, commette una violazione punibile con la sanzione da 258 a 2.065 euro: in tal caso, infatti, la dichiarazione si considera non redatta in conformità al modello approvato. Il 30 settembre è inoltre l'ultimo giorno a disposizione dei contribuenti titolari di partita Iva, che esercitano attività d'impresa, attività artistiche o professionali, per trasmettere telematicamente la dichiarazione Iva annuale. La scadenza riguarda sia i contribuenti che presentano il modello in via autonoma sia quelli tenuti a comprenderlo nella dichiarazione unificata. Stessa scadenza anche per i contribuenti chiamati alla presentazione della dichiarazione Irap, adempimento da effettuare anche nell’ipotesi in cui non risulti alcun debito d'imposta. L’omessa presentazione della dichiarazione può essere regolarizzata, tramite il ravvedimento operoso, nei successivi novanta giorni. Per sanare la violazione, dunque, occorrerà, entro il 29 dicembre prossimo, provvedere all'adempimento non effettuato tempestivamente e pagare, con F24, la sanzione ridotta di 25 euro, ossia un decimo della misura minima di 258 euro.

Rivolgiti a noi di Consulimpresa per una consulenza tributaria completa e affidabile. Da anni siamo al fianco di imprenditori, liberi professionisti e dipendenti.

21 settembre 2015