I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori informazioni ok

BLOG

News

  • Home
  • Blog
  • News
  • Regime forfettario, no ai superammortamenti. Rivolgiti a noi per la consulenza fiscale

Regime forfettario, no ai superammortamenti. Rivolgiti a noi per la consulenza fiscale

Regime forfettario, no ai superammortamenti. Rivolgiti a noi per la consulenza fiscale

I contribuenti che aderiscono al regime forfettario non possono fruire del super ammortamento, mentre coloro che fruiscono del regime dei minimi incrementano del 40% la deduzione del costo sostenuto per i beni con i requisiti per fruire dell'agevolazione. Tale aspetto deve essere tenuto in considerazione da parte di quei contribuenti che hanno iniziato l'attività nel 2015 avvalendosi del regime dei minimi e che hanno la possibilità di transitare nel regime forfettario, che a seguito delle modifiche apportate dalla legge di stabilità 2016 possono fruire dell'aliquota agevolata del 5% fino al 2019. A bene vedere qualche perplessità potrebbe sussistere in capo ai contribuenti «vecchi» minimi, di cui al soppresso art. 27, comma 1 e 2, del dl 98/2011, in quanto tali soggetti non deducono le quote di ammortamento relative ai beni strumentali acquisiti nell'esercizio dell'attività d'impresa e di lavoro autonomo. Infatti, l'applicazione generalizzata del principio di cassa nell'ambito di tale regime comporta che anche i costi di acquisizione dei beni strumentali sono deducibili integralmente nel periodo d'imposta in cui avviene il pagamento. L'assenza delle quote di ammortamento pone quindi dei dubbi sull'applicabilità per tali soggetti dell'agevolazione relativa ai «super ammortamenti» del 40% prevista dalla legge di stabilità 2016, posto che la stessa si riferisce espressamente alla deduzione delle quote di ammortamento e dei canoni di leasing. Tuttavia, a ben guardare, la norma stabilisce l'incremento del 40% del costo di acquisizione del bene strumentale nuovo sul quale calcolare le quote di ammortamento o di leasing, con la conseguenza che tale incremento possa riguardare anche i contribuenti minimi, i quali possono dedurre il 140% del costo di acquisizione del bene nell'anno in cui avviene il pagamento del costo di acquisto.

Cerchi dei professionisti per la tenuta della contabilità e per seguire tutti gli aspetti tributari della tua attività? Rivolgiti a noi di Consulimpresa. Centinaia di imprenditori, liberi professionisti e artigiani ci hanno già scelto. Con noi eviti le brutte sorprese e ti garantisci un servizio sempre prionto a soddisfare ogni evenienza.

12 gennaio 2016